«Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Gv 8,12

«Yo soy la luz del mundo. El que me sigue no andará en tinieblas, sino que tendrá la luz de la Vida». Jn 8,12

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

giovedì 18 ottobre 2012

Microchip sottocutaneo il marchio della bestia (666) - Microchip subcutaneo la marca de la bestia (666)



Leggere questa notizia recente.

Chip sottocutanei: da leggenda complottista a realtà





Se negli USA il metodo per influenzare la popolazione a scegliere di farsi impiantare un microchip passerà molto probabilmente per la via della riforma sanitaria, in Europa i governi sembrano aver scelto la strada della moneta unica: sostituire il denaro corrente, carte di credito e bancomat con un chip. La crisi, il caos economico non sarebbero altro che scorciatoie per condurre la popolazione il più velocemente possibile verso il controllo globale. “Quando le nostre funzioni cerebrali saranno ormai connesse ai supercomputers, tramite impianti radio e microchips, sarà ormai troppo tardi per protestare. Questa minaccia può essere sconfitta solo istruendo il pubblico” ha avvisato la Rauni Kilde. E con uno scenario del genere meglio essere pronti e passare per pazzi che farsi trovare impreparati, o come diceva Karl Popper, “il prezzo della libertà è la costante vigilanza”.

La noticia sobre el uso de un microchip sanitario para los norteamericanos es objeto de una gran polémica en EE.UU.


La ley ha sido aprobada y entra en vigor en 2013
“ El microchip será obligatorio, sin el cual no se podrá tener acceso a los centros de salud.
La implementación que se hace primero en los centros de salud es una excusa para muchas otras cosas como por ejemplo controlar al ser humano.
Sin él no se podrá hacer nada, no se podrá comprar ni vender y hasta reemplazará al documento de identidad. Todos nuestros datos personales y movimientos quedaran guardados en el sistema.
El implante será en la mano o la frente como la biblia lo profetiza en Apocalipsis 14:9 (La marca de la bestia 666). Este s
uceso ya es una ley!, no solo un rumor… de lo que empieza a generar el “nuevo orden mundial.

La noticia apareció en varios portales ratificando dicha información como cierta.






El texto en español está abajo

19 marzo 2012
di Enrica Perucchietti – disinformazione.it -

Premessa



Se verrà confermato alla Casa Bianca nelle presidenziali del prossimo 6 novembre, Obama ha chiarito che renderà obbligatorio nel corso del 2013 l’inserimento del microchip sottocutaneo in tutta la popolazione americana. L’obiettivo è di creare un registro nazionale di identificazione che permetterà di “seguire meglio i pazienti avendo a disposizione tutte le informazioni relative alla loro salute”. Il nuovo progetto relativo alla salute (HR 3200) è stato adottato recentemente dal Congresso e alla pagina 1001, contiene l’indispensabile necessità per tutti i cittadini che usufruiscono del sistema sanitario di essere identificati con un microchip, il cui prototipo definitivo è allo studio della FDA (Food and Drug Administration) dal 2004.





Microchip per tutti



Si sbaglierebbe chi ritenesse questo genere di proposta soltanto una provocazione estrema in materia di sicurezza. Il ricorso a microchip sottocutanei per “mappare”, controllare e, chissà, manipolare a distanza gli individui non interessa soltanto gli stranieri. Le iniziative da stato fascista globale si stanno infatti insinuando in campo medico grazie anche ai democratici. Quale metodo migliore per controllare la popolazione che dotarla di microchip come le bestie dietro motivazioni sanitarie? Violare i diritti civili di stranieri per quanto illegale desterà sempre reazioni contrastanti, anche violente perché i detrattori della proposta faranno appello a concetti quali razzismo, violenza sui più deboli, etc. Ma se si convincesse invece la popolazione della necessità dell’inserimento di chip sottocutanei in ogni membro del Paese per il proprio bene – come nel caso di vaccini forzati per contrastare fantomatiche pandemie – allora si raccoglierebbero minori resistenze. Ci verrà detto che è per il nostro Bene e molti di noi cadranno nella trappola facendosi impiantare i dispositivi sottocutanei, senza riflettere prima sulle conseguenze.

La paura come metodo



Per la costituzione di uno stato totalitario che ceda progressivamente il passo un nuovo ordine mondiale, il primo passo è manipolare il pensiero, le credenze delle persone, inserendo emozioni di terrore, destabilizzazione, rabbia, ansia, per poi proporre una soluzione alle paure collettive. È il sistema di azione-reazione descritto ampiamente da David Icke nei suoi saggi. Creare un sistema di paura pubblica con l’identificazione di un nemico visibile o invisibile che sia – terroristi, epidemie, crisi finanziarie – alimentare costantemente queste paure fino al parossismo bombardando le persone con immagini o notizie quotidiane di violenza, scardinando ogni sicurezza per poi costringere i cittadini ad accettare delle limitazioni alla propria privacy come ovvie misure di sicurezza. Una limitazione delle proprie libertà civili. Da qui le ben note norme contenute nel Patriot Act, l’introduzione di telecamere, bodyscanner negli aeroporti o nei luoghi ad alto rischio attacco, satelliti, intercettazioni di conversazioni telefoniche o mail private etc. Un graduale allentamento delle libertà individuali per garantire la sicurezza dal nemico che si aggira tra noi. Un insieme di limitazioni che Obama, lungi dal sopprimere come promesso in campagna elettorale, sta portando avanti seguendo le orme di George W. Bush: con la notizia della “morte” di Osama bin Laden – vera o falsa che sia – gli USA si sono visti “costretti” a incrementare gli investimenti sul fronte Sicurezza. Dal 2001 a oggi la Difesa americana ha stanziato 2 mila miliardi di dollari in programmi di antiterrorismo. Ma anche in Europa siamo mappati, marchiati, monitorati e neanche ce ne rendiamo conto. O forse ci fa comodo non rendercene conto per aggrapparci a quell’idea di sicurezza effimera che ci propinano i governanti. Alle norme di controllo globale per garantire la sicurezza – attraverso l’accrescimento delle paure collettive – si affianca un processo più strisciante che affonda i propri tentacoli in quell’apparato che dovrebbe invece garantire la salute delle persone: la sanità. L’introduzione dei microchip passerà in primis dal campo psichiatrico, dove le vittime sono da sempre le più deboli…



I Verichip per salvarvi la vita



La FDA (Food and Drug Administration) ha infatti concesso il permesso alla vendita dei Verichip, prodotti in Florida dalla Applied Digital Solution, e al loro impiego in campo medico. Il dispositivo, della grandezza ormai di un granello di sabbia, verrebbe inserito sotto la pelle del braccio o della mano con una siringa. Contiene un numero per l’identificazione del paziente. Il portatore del dispositivo, una volta arrivato in ospedale anche in stato incosciente, se dotato di Verichip, sarebbe in grado di trasmettere una cifra legata alla cartella personale. In questo caso il beneficio promesso sarebbe la possibilità di effettuare diagnosi più veloci e la riduzione di rischi legati a somministrazione di farmaci sbagliati qualora vi siano delle intolleranze o allergie. Per favorire l’utilizzo del Verichip negli USA la Applied Digital ha gentilmente promesso gratuitamente a più di 200 ospedali e istituti privati gli scanner per leggere i dispositivi sottocutanei. Lo scenario di orwelliana memoria assume contorni più chiari in vista della Riforma Sanitaria di Obama: se tutti possono accedere alle cure, tutti possono essere altresì curati e sottoposti a trattamenti obbligatori quali vaccini o impianti…



I VeriChip sono già realtà



Vi sembrano teorie fantascientifiche? Sappiate invece che il VeriChip è già approdato in Messico, dove la società distributrice Solusat ha già impiantato diverse migliaia di pazienti. Il dispositivo è arrivato anche in Europa. In Italia è ancora al vaglio.


Che cosa c’entra Obama con tutto questo? Dietro l’estensione della riforma sanitaria a tutti i cittadini americani – che come spiego nel mio libro L’altra faccia di Obama avrà come conseguenza primaria l’arricchimento delle società di Assicurazione, non il benessere dei contribuenti – potrebbe esserci una ragione occulta, meno umanitaria del previsto.
La legge di riforma sanitaria introdotta da Obama fa infatti riferimento all’introduzione di un dispositivo di “registro di sistema” di classe 2 che viene descritto come “un dispositivo impiantabile di transponder a radiofrequenza che sia in grado di registrare i crediti, i dati di anamnesi del paziente – standardizzati e con immagini analitiche che permettano la condivisione degli stessi in diversi ambiti – oltre a qualsiasi altro dato ritenuto opportuno dal Segretario”. Insomma, per poter avere un’anamnesi immediata di un paziente, per poter monitorare i senzatetto e i pazienti psichiatrici – e magari gli stranieri – per razionalizzare la sanità, Obama ha pensato bene di inserirlo, anche se per ora non in via obbligatoria, all’interno della riforma. All’approvazione della Food and Drug Administration la percentuale della popolazione favorevole all’impianto del dispositivo, nel 2004, salì dal 9 al 19%. E se il chip venisse promosso, consigliato o addirittura obbligatorio per accedere alle cure statali a quanto salirebbe il consenso?
Se il Verimed nasce sul mercato civile per le sue applicazioni mediche, il Verichip più in generale può essere usato in vari campi della società, sicurezza, finanza, identificazione di emergenza, etc. Il chipping avviene in una ventina di minuti in anestesia locale. Una volta inserito sottopelle, il chip rimane invisibile a occhio nudo. Intanto una piccola quantità di energia in radiofrequenza parte dallo scanner e stimola il dispositivo inattivo che emette il numero di verifica tramite segnali in radiofrequenza. In questo modo il portatore del chip può essere sempre rintracciato, da qui l’idea di inserirlo tra i senzatetto e gli stranieri…
Il sistema di introduzione del chip tra la popolazione di una nazione avverrà infatti con la sua applicazione medica in forma di VeriMed; una volta raccolto il consenso della maggior parte dell’opinione pubblica potrà essere reso obbligatorio come certi vaccini ed esteso ad altre applicazioni: nel caso della riconferma di Obama alla casa Bianca, sembra infatti che il chippaggio dell’intera popolazione americana avverrà obbligatoriamente nel 2013.
Non occorre molta immaginazione per prevedere le conseguenze di tale progetto: una volta marchiati saremmo controllati da uno stato fascista globale, ben oltre l’Occhio elettronico del Grande Fratello, che poteva almeno sfuggire ad alcune zone out della società… Non bastava il controllo attraverso dispositivo GPS dei cellulari o dei navigatori satellitari, delle etichette nei vestiti, delle tracce lasciate da carte di credito, tessere fedeltà, bancomat etc. Con l’introduzione dei chip saremo sempre raggiungibili, controllati. Insomma, trasparenti.

Verso una popolazione di “vetro”



Se in 1984 l’azione sovversiva contro il totalitarismo era ancora possibile anche se ardua, una volta impiantato il chip il controllo sarà globale. Chi è davvero disposto a rinunciare alla propria libertà pur di vivere in una società – forse più ordinata – ma controllata in tutto e per tutto fin nell’intimità, senza possibilità di autodeterminazione, di scelta? La distopia orwelliana è forse vicina più di quanto non si pensi? Il controllo capillare e pervasivo sarebbe completo in caso di chipping di tutta la popolazione: nessuno sfuggirebbe ai Sorveglianti. Ognuno di noi sarebbe un “uomo di vetro”, trasparente, sotto costante controllo, addomesticato. Lo sguardo del Governo ci seguirebbe in ogni attimo della nostra esistenza. L’occhio elettronico del Grande Fratello accompagnerebbe costantemente ogni nostra azione grazie alle frequenze emesse dal chip. E non si può escludere che le sperimentazioni di impulsi a distanza nel campo della guerra – che vedremo più avanti – per modificare il comportamento dei soldati non vengano adottate anche nella vita quotidiana.


La degenerazione della democrazia in totalitarismo sarebbe completa con la realizzazione di un sistema di ingerenza totale nella vita quotidiana dei cittadini: il rischio di una “gogna elettronica” avanzato dal giurista Stefano Rodotà, già presidente della Commissione scientifica dell’Agenzia per i diritti fondamentali dell’Unione Europea, pende davvero sulle nostre teste? Stiamo rinunciando alle nostre libertà individuali per l’illusione di più sicurezza e controllo sulle nostre strade? Dalla videosorveglianza sulle strade, negozi, luoghi pubblici alle banche date che da carte di credito, abbonamenti tv e web registrano ogni nostro consumo, tendenza, interesse. Siamo già controllati, schedati. La ricerca e l’attuazione di un sistema di trasparenza e controllo globale sono valori o rischiano di degenerare in un incubo collettivo? Fino a che punto siamo disposti a sacrificare il diritto alla privacy per l’illusione di sentirci più sicuri?

Una popolazione di ibridi



Con l’aumento degli attentati veri o presunti, del terrore, di stragi o sparizioni di bambini la popolazione mondiale si sentirà obbligata ad accettare l’inserimento dei chip sottocutanei per tutelarsi dalle “atrocità” che ogni giorno si sentono in televisione o ci raccontano i giornali. Con spontaneità l’obbligo ai microchip diventerà globale e la popolazione diventerà infine simile a un gregge schedato di pecore. Chi si rifiuterà di divenire un “ibrido di intelligenza elettronica e anima” – citando il dottor Peter Zhou, creatore del microchip Angelo Digitale – verrà bollato come probabile criminale, avendo sicuramente qualcosa da nascondere. Verrà segnalato alle autorità, costretto a piegarsi o a vivere fuori dalla società.


I VeriChip non sono gli unici dispositivi per ora sul mercato. La Motorola ha prodotto per la Mondex Smartcard dei dispositivi dotati di GPS che i Paesi dell’Unione Europea stanno pensando di adottare per la semplificazione dell’unificazione monetaria. Dall’anamnesi del paziente passiamo così alla giustificazione dell’impianto per i pagamenti! Così come il VeriChip misura 7 mm di lunghezza e 0,0775 di larghezza, contiene un transponder e una batteria a litio ricaricabile tramite la temperatura corporea. La Mondex, che ha acquisito il 51% del pacchetto azionario della Mastercard, ha speso 1,5 milioni di dollari per effettuare studi sul Biochip.
Da queste ricerche sarebbe emerso che i posti più adatti per inserire il dispositivo sarebbero il capo sotto la fronte e nella mano destra. In questo caso la ragione ufficiale per l’impianto sarà la facilitazione del pagamento in sostituzione di denaro corrente o carta di credito, a cui si andrà ad affiancare la procedura di riconoscimento della persona e il ritrovamento di persone scomparse, siano essi bambini oppure criminali… Insomma una carta d’identità elettronica munita di GPS per essere rintracciati ovunque. Ed ecco che il Grande Fratello è realtà! Inoltre per evitare la clonazione dell’impianto o meglio l’estrazione individuale del chip, il dispositivo contiene litio che nell’ipotetico tentativo di estrazione si romperebbe creando una vescica sottocutanea e la dispersione di sostanze chimiche dannose. Oltre, ovviamente, a essere rintracciati immediatamente dai Sorveglianti…

Manipolazione a distanza



Tra i teorici del complotto a insistere sull’ipotesi di un progetto segreto di ricerca sul controllo mentale mediante microchip, a fianco di David Icke si schiera la meno nota dottoressa Rauni-Leena Luukanen-Kilde, ex medico finlandese nota tra gli appassionati di ufologia per i suoi saggi nel campo UFO. La Rauni Kilde sostiene che sia possibile controllare il comportamento delle persone e influenzarne a distanza le azioni medianti l’impianti di microchip nel cervello, simili a quelli che le entità aliene impianterebbero nell’encefalo degli addotti nella zona ipofisaria. Sul giornale Spekula la Rauni Kilde pubblicò un lungo articolo sugli impianti sottocutanei mettendo in guardia gli americani dal pericolo di controllo di massa imminente. Ecco alcuni stralci: “È tecnicamente possibile inserire ad ogni neonato un microchip che potrebbe servire per identificare una persona per il resto della sua vita. Simili piani sono stati discussi segretamente negli Stati Uniti, senza nessuna esposizione delle questioni relative alla privacy […] Gli esseri umani con impianti possono essere seguiti ovunque: le funzioni cerebrali possono essere monitorate a distanza da supercomputers e persino alterare mediante il cambiamento delle frequenza. Cavie di esperimenti segreti sono stati detenuti, soldati, malati di mente, bambini portatori di handicap, audiolesi, ciechi, omosessuali, donne single, anziani, scolari e qualsiasi gruppo di persone considerato marginale dalle elites di sperimentatori”. La Rauni Kilde cita come esempi di primi esperimenti i dispositivi cerebrali impiantati chirurgicamente nel 1974 nello stato dell’Ohio, ma anche in Svezia a Stoccolma: “Elettrodi cerebrali furono inseriti nei crani di bambini, nel 1946, senza che i genitori ne fossero a conoscenza. Negli anni ’50 e ’60, impianti elettrici furono usati nel tentativo di cambiare il comportamento umano e i suoi atteggiamenti. Influenzare il funzionamento del cervello umano divenne un obiettivo importante dei servizi segreti e militari”. E ancora: “Il sistema elettronico di sorveglianza della NSA può simultaneamente seguire e gestire milioni di persone. Ognuno di noi ha un’unica frequenza di risonanza bioelettrica nel cervello, proprio come abbiamo impronte digitali uniche. Con stimoli cerebrali completamente decodificati dalle frequenze elettromagnetiche, segnali elettromagnetici pulsanti possono essere inviati al cervello creando la voce desiderata ed effetti visivi, perché vengano percepiti dal soggetto prescelto. È una forma di guerra elettronica”. Stando alla teoria della Rauni Kilde sarebbe possibile non solo la costituzione di un esercito composto da cyber soldati da controllare a distanza, ma anche la manipolazione di individui normalissimi che potrebbero essere “accesi” in qualsiasi momento e indotti a credere alla realtà di impulsi elettromagnetici quali allucinazioni visive o uditive creati ad hoc. Allo stesso modo si potrebbe torturare una persona dotata di microchip causandole dolore insopportabile e piegandola alla propria volontà.



Retroingegneria: chi copia chi?



La persona dotata di chip può esser manipolata in molti modi. Usando frequenze diverse, si può modificare la vita emotiva di una persona creando una specie di realtà virtuale – come sembra accada anche nelle abductions – attraverso la stimolazione dell’encefalo: “La si può rendere aggressiva o letargica. La sessualità può venire influenzata artificialmente. I segnali del pensiero e le riflessioni del subconscio possono essere letti, i sogni influenzati e persino indotti, tutto senza che la persona con l’impianto lo sappia o acconsenta”. La somiglianza con i rapimenti alieni pone alcuni quesiti che approfondisco in L’altra faccia di Obama: chi copia chi? I militari terrestri hanno adottato la retroingegneria aliena piegandola ai propri obiettivi, oppure le abductions si riducono per lo più a MILABS, ovvero rapimenti da parte di militari che ricostruiscono scenari virtuali in cui sarebbero entità extraterrestri ad agire sugli addotti? Come se questo scenario non fosse abbastanza agghiacciante, ecco aggiungersi in parallelo all’irradiamento tramite impulsi elettromagnetici, i metodi chimici di controllo delle masse. E qua il pensiero corre alle misteriose scie chimiche di più recente comparsa e agli esperimenti che ufficialmente dovrebbero modificare il clima. Droghe, sostanze chimiche tossiche e gas da inalazione potrebbero essere diffusi nell’aria o negli acquedotti. Se negli USA il metodo per influenzare la popolazione a scegliere di farsi impiantare un microchip passerà molto probabilmente per la via della riforma sanitaria, in Europa i governi sembrano aver scelto la strada della moneta unica: sostituire il denaro corrente, carte di credito e bancomat con un chip. La crisi, il caos economico non sarebbero altro che scorciatoie per condurre la popolazione il più velocemente possibile verso il controllo globale. “Quando le nostre funzioni cerebrali saranno ormai connesse ai supercomputers, tramite impianti radio e microchips, sarà ormai troppo tardi per protestare. Questa minaccia può essere sconfitta solo istruendo il pubblico” ha avvisato la Rauni Kilde. E con uno scenario del genere meglio essere pronti e passare per pazzi che farsi trovare impreparati, o come diceva Karl Popper, “il prezzo della libertà è la costante vigilanza”.



A cura della d.ssa Enrica Perucchietti


Cari amici: Ci uniamo in preghiera, preghiamo tutti i giorni la coroncina alla Divina Misericordia e il Rosario. Vi abbraccio. Mirta



VEDERE MESSAGGI DA GESÙ http://gesuallumanita.blogspot.it/





1 Giugno 2012 – Il 666 sarà incorporato, il suo numero nascosto, in un chip che sarete costretti ad accettare proprio come si farebbe con qualsiasi vaccinazione.

http://gesuallumanita.blogspot.it/2012/06/1-giugno-2012-il-666-sara-incorporato.html












USA: Obama promette microchip sottocute




19 giugno, 2012 di Chiara Molinari 


Obama ha dichiarato che, se salirà di nuovo al potere nelle prossime elezioni, per seguire la sua riforma sanitaria farà iniettare sottocute a tutti gli americani che usufruiscono del sistema sanitario, un microchip che avrà lo scopo di seguire la situazione di salute di ciascuno di essi singolarmente.


Obama ha dichiarato che, se salirà di nuovo al potere nelle prossime elezioni, per seguire la sua riforma sanitaria farà iniettare sottocute a tutti gli americani che usufruiscono del sistema sanitario, un microchip che avrà lo scopo di seguire la situazione di salute di ciascuno di essi singolarmente.



La riforma sanitaria di Obama, infatti, parla dell’utilizzo di un dispositivo di “registro di sistema” impiantabile e dotato di transponder RF (radiofrequenza) capace di registrare i dati personali e sanitari del paziente. Questo permette, nel caso in cui ad esempio il paziente arrivi in ospedale privo di coscienza, di controllate velocemente tutta la sua “cartella clinica completa” oppure di controllare le persone senza casa che vagano per le strade o i pazienti con problemi psichiatrici.

Le critiche non sono mancate ma non appena la Food and Drug Administration (FDA) ha dato l’approvazione, il numero di persone favorevoli all’impianto del chip è salito dal 9 al 19%.

L’impianto avviene in pochi minuti in anestesia locale, viene inserito sotto la pelle ed è invisibile ad occhio nudo (avrebbe infatti le dimensioni di un granello di sabbia). La lettura dei dati inviati dal chip avviene con uno scanner che invia un segnale in radiofrequenza, il quale investe il chip e lo stimola ad inviare le informazioni in esso contenute. L’azienda produttrice del chip ha anche dichiarato di fornire gli scanner gratuitamente agli ospedali.


Ha fatto discutere tanto anche l’affermazione del candidato repubblicano al Congresso USA Pat Bertroche che ha quasi paragonato i cani ai messicani, dichiarando che non è illegale impiantare un microchip ad un messicano così come non lo è se lo si impianta ad un cane per ritrovarlo nel caso in cui scappi. Molti hanno anche pensato al chip come analoghi ai tatuaggi dei deportati nei campi di concentramento nazisti.


Si è pensato a questo progetto anche sotto il punto di vista della violazione della privacy, ma se si riuscisse a convincere la popolazione che il motivo dell’impianto del chip sottocutaneo è per il proprio bene, come quando si va a fare il vaccino per proteggersi da una qualsiasi malattia, allora probabilmente ci sarebbero meno resistenze e se il fine fosse invece in mala fede allora si ritroverebbero tutti ad essere controllati, rintracciati e violati nell’intimità.

A causa degli eventi malavitosi che sono in aumento, la gente potrebbe sentirsi costretta a fare l’impianto per essere in un certo senso tutelata da queste angherie atroci.



Il nome di questi chip è VeriChip, ma ce ne sono altri sul mercato. La Motorola, ad esempio, ha prodotto per un’azienda americana dei chip con GPS incorporato i quali sono al vaglio della Comunità Europea per il fatto che potrebbero essere adottati per favorire l’unificazione monetaria. Passiamo quindi già dalla motivazione meramente sanitaria a quella finanziaria.

Si sono compiuti quindi numerosi studi su questo biochip e ci sono stati molti investimenti (sopratutto dopo gli attentati terroristici in America).

Da queste ricerche è emerso che le zone adatte all’inserimento del dispositivo sarebbero la testa sotto la fronte o la mano destra. In questo caso, però, il motivo ufficiale per l’inserimento del chip sarebbe il fatto di facilitare il pagamento per sostituire il denaro corrente o la carta di credito oppure il riconoscimento, per ritrovare persone scomparse. Insomma sembrerà sempre di vivere all’interno del Grande Fratello con una sorta di carta d’identità elettronica con GPS integrato per essere sempre rintracciabili. Inoltre per evitare la clonazione o l’espianto del chip, esso contiene litio che, nel caso di tentata estrazione, si romperebbe rilasciando sottocute sostanze chimiche nocive e comunicherebbe ai “sorveglianti” la manomissione.



C’è chi, come David Icke o la dottoressa finlandese Rauni-Leena Luukanen-Kilde esperta di ufologia, sostiene addirittura che con il chip si potrebbe controllare a piacimento il comportamento delle persone ed influenzarlo anche da lontano, prendendo il pieno controllo delle loro azioni.














Obama implanta un microchip sanitario en el organismo de los norteamericanos. ¿La sombra del Gran Hermano sobre la Casa Blanca?





La noticia sobre el uso de un microchip sanitario para los norteamericanos es objeto de una gran polémica en EE.UU.

La ley ha sido aprobada y entra en vigor en 2013

“Obama aprueba la implantación del microchip en EEUU como reforma sanitaria para el 2013. El microchip será obligatorio, sin el cual no se podrá tener acceso a los centros de salud.

La implementación que se hace primero en los centros de salud es una excusa para muchas otras cosas como por ejemplo controlar al ser humano.

Sin él no se podrá hacer nada, no se podrá comprar ni vender y hasta reemplazará al documento de identidad. Todos nuestros datos personales y movimientos quedaran guardados en el sistema.

El implante será en la mano o la frente como la biblia lo profetiza en Apocalipsis 14:9 (La marca de la bestia 666). Este suceso ya es una ley!, no solo un rumor… de lo que empieza a generar el “nuevo orden mundial.

La noticia apareció en varios portales ratificando dicha información como cierta.









El rumor comenzó a circular en abril de 2010



Decía que la nueva ley para la reforma sanitaria comprendía que dadas las necesidades (médicas) de cada uno de los norteamericanos habría que implantar los microchips en sus cuerpos y estos microchips contendrían información médica y otra información codificada de asuntos personales. El mensaje de correo electrónico decía que puede ser una forma de “Marca de la bestia” indicaba en la Biblia como uno de los signos del fin del mundo.


En noviembre de 2010 el Partido Republicano obtuvo control mayoritario del Congreso. En la campaña hubo la promesa de que se derogaría Obamacare (la Ley de Reforma de Salud).


El partido republicano renovado llegó al Congreso y se reunió el 19 de enero de 2011 para debatir en la derogación de la ley citada. Votaron 245 y de ellos 189 a favor de derogar la ley. El siguiente paso para el proyecto de ley fue al Senado, donde el líder de la mayoría Harry Reid, Demócrata por Nevada, había prometido bloquearla.

El debate y la especulación rodearon a esta ley de la Reforma Sanitaria o Reforma de Salud, pero finalmente se aprobó. Las implicaciones y las consecuencias de esta ley son alarmantes.



La implantación del microchip -disfrazada como "dispositivo médico"- resulta cierta

En vista de todo esto el equipo de Starviewer aportó copia de la controvertida Ley de 2010 y al parecer SI SE CONTEMPLABA EL USO DEL MICROCHIP, pero la legislación al respecto está disimulada empleando sinónimos en los detalles de las mas de 2000 páginas, y el usuario puede juzgarla por sí mismo. Para ser claros: la Reforma Sanitaria de Obama sí incluía el Microchip.


El impacto real de esta ley está escondido en los detalles de sus más de 2.000 páginas. Las modificaciones de la ley de Salud Pública entrarán en vigor a partir de marzo/abril del 2013.



Los requisitos de implantación del chip RFID están claros: en la Sec. 2521, pág. 1000 : "El gobierno establecerá un Registro Nacional de Dispositivos Médicos para la Cobertura de Salud", páginas 1001-1008. (En esta subsección se le llama “Registro”) para facilitar el análisis de los datos resultantes y la seguridad de cada dispositivo que -“(A) sea o haya sido usado en un paciente; (B) y sea un dispositivo de clase III; o un dispositivo de clase II que sea implantable, sobre el soporte o sustento de vida.”



Literalmente, en inglés se puede leer:



Page 1004 of the new law (dictating the timing of this chip), reads, and I quote: “Not later than 36 months after the date of the enactment”.

La cuestión excede de un simple chip, pues incluso se pretende con él acceder a datos financieros y controlar la identificación y las transacciones realizadas por los sujetos. Tal y como puede verse, el texto fue sancionado por el Senado de los Estados Unidos con fecha de 21 de Marzo de 2010, y elevado a Ley el 23 de Marzo de dicho año.

Todavía no se puede creer en que Obama haya llegado a extremos como este. Por eso analizamos la Ley de reforma sanitaria en norteamerica con detalle.


Su entrada en vigor, está prevista 36 meses después de la aprobación, y por tanto coincidirá con la entrada en el ejercicio fiscal de 2013.


En la página 1004 se aclara lo que significa el término “datos” usado en el párrafo primero de la sección B:

“En este párrafo, el término “datos” se refiere datos de órdenes médicas, datos de consultas de los pacientes, archivos de análisis estandarizados que permitan la estadística y análisis de datos procedentes de diferentes entornos de datos, registros electrónicos de salud, y cualquier otra información considerada apropiada por el Ministerio” ¿Qué es exactamente un dispositivo de clase II implantable? Aprobado por la FDA, un dispositivo implantable de clase II es un “sistema transponedor de radio frecuencia implantable para la identificación del paciente y la información de su salud".





Y en página 503 se establece “…la vigilancia del dispositivo médico"


¿Cuáles son los objetivos del "dispositivo implantable” o sea el microchip y en qué consiste la vigilancia del mismo como se hace con los delincuentes en libertad vigilada.?


La definición textual de “vigilancia” es el monitoreo del comportamiento, actividades, u otras informaciones cambiantes, comúnmente de personas y usualmente de manera secreta.

El ex Ministro de Salud y Servicios Humanos (HHS), Tommy Thompson, quien sirvió en el primer mandato del gobierno de Bush, se unió a la junta de directores de Applied Digital. Applied Digital como todos saben es el propietario de VeriChip.

Pero la cuestión más polémica, sin duda es la Sección 163 de la HR 3200, que permite que el gobierno de manera directa, tenga acceso electrónico a tu cuenta bancaria, la que trabajará vinculada al chip implantado.


En tal sentido podemos leer en el texto de la ley, página 58 de H.R. 3200, a partir de la línea 5 a 15, lo siguiente:


"(D) permitir en tiempo real la determinación de la responsabilidad financiera de un individuo en el lugar del servicio y, en la medida de lo posible, antes del servicio, sobre si la persona está bien elegida para un servicio específico con un médico específico, en una instalación específica, lo que puede incluir la utilización de una máquina que pueda leer el plan de salud de los beneficiarios del seguro; (E) permitirán, cuando sea posible, casi en tiempo real el pago de los servicios médicos.

En esta parte se observa que esta ley está ambiguamente redactada, ya se habla de la utilización de una “máquina” que pueda detectar y leer el plan de salud de los beneficiarios de la tarjeta de identidad” (obviamente un microchip). Pero se menciona una tarjeta. Pero como hemos visto la Ley. 2521 pg. 1000 detalla claramente el “dispositivo de clase II implantable”. (Es decir un microchip implantado)


La redacción “confusa” unida a la interpretación del resto de los apartados de la Ley, hace pensar que se comienza hablando primero de una tarjeta, para posteriormente proceder a la implantación del “chip”.




¿Podrá la polémica creada en los Estados Unidos y fuera terminar con la idea del microchip?

Naturalmente, gracias a la polémica “suscitada” en Estados Unidos desde la aprobación de la Ley, Ron Paul, cree que la presión de la opinión pública hará inviable la “implantación del dispositivo-implante”.


Ron Paul se está jugando su integridad y su prestigio en Estados Unidos. Debe clarificar todo este asunto, ya que, en efecto hay un conflicto de leyes entre la HR4872 y la HR3200.

Ron Paul es un veterano político americano que ha sido el Representante de Texas, desde 1997, y tres veces candidato para la Presidencia de EE.UU. como libertario, en 1988, y como republicano en 2008 y 2012 . Es un abierto crítico de la política exterior y monetaria de su país, incluido el complejo militar-industrial y la Reserva Federal, y es conocido por sus puntos de vista de tendencia liberal, que a menudo difieren de su propio partido sobre ciertos temas.


Por el momento se desconocen cuáles son los planes concretos para la implementación de la Ley, cuando queda menos de un año para su entrada en vigor. Si el sistema se puede gestionar con una tarjeta Sanitaria, ¿Por qué tanto interés en implantar un “chip”? .¿Está el Gran Hermano (se llame Bush o FBI o NSA o CIA) con la mano enguantada y máscara metido en todo esto?.


La ley autorizando los matrimonios gays ha servido para tapar el tema del “microchip” pero en poco tiempo los medios discutirán y sin duda acaloradamente el quién y el cómo de la implantación humana de un sistema utilizado para los delincuentes en EE.UU.


Fuente:

http://globedia.com/obama-implanta-microchip-sanitario-organismo-norteamericanos-sombra-hermano-casa-blanca




Queridos amigos: Nos unimos en la oración, rezamos todos los días la coronilla a la Divina Misericordia y el Rosario. Los abrazo. Mirta

VER MENSAJES DE JESÚS 

http://www.elgranaviso-mensajes.com/

El 666 será implantado, su numero oculto, en un chip, que se verán obligados a aceptar, tal como con cualquier vacuna
Ver el mensaje del Viernes, 1° de junio del 2012, a las 20:15 hrs. en esta página http://www.elgranaviso-mensajes.com/


20 commenti:

  1. Io ho fiducia in Obama...spero in un qualcosa non d peggiorativo per i cittadini.ciaoo Mirta e lieta giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Carla. Purtroppo la mia opinione su Obama è molto diversa alla tua. Un abbraccio!

      Elimina
  2. 1 Giugno 2012 – Il 666 sarà incorporato, il suo numero nascosto, in un chip che sarete costretti ad accettare proprio come si farebbe con qualsiasi vaccinazione.


    http://messaggidagesucristo.wordpress.com/2012/06/07/1-giugno-2012-il-666-sara-incorporato-il-suo-numero-nascosto-in-un-chip-che-sarete-costretti-ad-accettare-proprio-come-si-farebbe-con-qualsiasi-vaccinazione/

    RispondiElimina
  3. El 666 será implantado, su numero oculto, en un chip, que se verán obligados a aceptar, tal como con cualquier vacuna

    Ver el mensaje del Viernes, 1° de junio del 2012, a las 20:15 hrs. en esta página http://www.jesushabla.com/start_g.htm

    RispondiElimina
  4. Detto così mi pare davvero orribile....ma non ne so abbastanza per giudicare.
    Visto "da lontano" e per frequentazione di amici US che, ovviamente, vivono lì (Florida e Ohio) , Obama mi sembra in gamba.

    RispondiElimina
  5. Como se suele decir: "Esto es el no va más".
    Un abrazo.

    RispondiElimina
  6. Ciao Mirta e difficile dare un giudizio
    essendo dall'altra parte del mondo speriamo che sia una cosa utile,
    buona serata
    Tiziano.

    RispondiElimina
  7. (> " " <
    ( ='o'= )
    -(,,)-(,,)- Hola ya estoy de vuelta pase a saludarte.

    B E S I T O S

    RispondiElimina
  8. Hola Mirta hermanita de la Luz bendita ***

    prefiero abstenerme de dar mi opiniòn !!! es aterrador lo que piensan, hasta donde llegaràn ???

    Gracias por los hermosos dibujos que me regalàs hermanita re linda !!

    No te puedo retribuir en la misma forma !! no los sè hacer !

    pero si te dejo mis gracias ! y un abrazo inmenso de corazòn a corazòn ***

    Bendita seas en cada amanecer Mirta ***

    Paz y bien ***

    RispondiElimina
  9. ciao carissima grazie sempre per i tuoi post meravigliosi buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. Ma non mi dire cara Mirta , questa non la sapevo proprio....
    A me fa un po' effetto già averlo messo ai miei cani....
    Una serena serata e un abbraccio di cuore!

    RispondiElimina
  11. per la potenza di " DIO PADRE ONNIPOTENTE"bisogna credere a suo figlio"GESU CRISTO" amarlo,adorarlo e soprattutto ringraziarlo.............LUI"L'ALTISSIMO" ci SALVERA' non permettera' che i suoi figli periscano............PREGHIAMO!!!!!

    RispondiElimina
  12. ciao mirta, io non me lo farei impiantare, dicono che e' per la salute, ma magari non e' cosi', mi farebbe senso sapere d'avere quel coso addosso, grazie dei video, interessanti, tanti auguri anche a te di buona pasqua, baci rosa .))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che non è per la salute cara Rosa, dico che è tutto il contrario che per fino se lo vuoi togliere non si può perché si rischia che lanci un veleno nel nostro corpo.

      Elimina
  13. Cari amici dobbiamo pregare come mai prima...sopratutto il Santo Rosario... Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  14. Hola Mirta, esta ley, me recuerda a las películas de ciencia-ficción y es que el hombre cada día se hace más esclavo de sí mismo.
    Con ternura
    Sor.Cecilia

    RispondiElimina
  15. Hola Mirta! me da mucha alegría que me hayas pasado a saludar. Como imaginarás con el traductor no se entiende lo suficiente y me gusta cuando vos hacés la traducción.
    Te escribo en esta entrada porque es de ciencia ficción y casi no lo creo pero como pones las fuentes deberé creerlo, y si me permites me lo llevaré a mi blog para darle difusión y que el mundo se entere de esas cosas. Gran parte de la humanidad quiere parecerse a ellos ¡por Dios!!!
    Besosssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias Norma por tu visita y si le das difusión te lo agredezco de corazón. La gente tiene que saber estas cosas.

      Elimina
  16. Chip dermali, siamo già cyborg: ecco come si vive con il corpo connessoChip dermali, siamo già cyborg: ecco come si vive con il corpo connesso
    L http://www.repubblica.it/tecnologia/2016/03/24/news/chip_dermali_siamo_gia_cyborg_ecco_come_si_vive_con_il_corpo_connesso-136241078/

    RispondiElimina


Grazie per la visita.
Gracias por la visita.

Coroncina alla Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Colegio NSG | Coronilla a la Divina Misericordia from Colegio NSG on Vimeo.

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)