«Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Gv 8,12

«Yo soy la luz del mundo. El que me sigue no andará en tinieblas, sino que tendrá la luz de la Vida». Jn 8,12

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

mercoledì 27 giugno 2012

Medjugoje la benedizione materna e Messaggio straordinario- Medjugorje la bendición materna y Mensaje extraordinario







VI RACCOMANDO DI BENEDIRE TUTTI I VOSTRI FAMILIARI, AMICI E CONCITTADINI CON LA BENEDIZIONE SPECIALE E MATERNA DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE COME LEI HA DETTO IL 25 DICEMBRE 1988. "Vi dò la mia speciale benedizione, portatela ad ogni creatura, perché abbia la pace".  (attenzione: anche i laici possono benedire come ammette il Benedizionale cattolico che concede questa facoltà in situazioni speciali e familiari anche ai laici, di Antonio Norrito)


Medjugorje la Madonna ha detto di mandare la benedizione materna a tutti per ottenere grazie particolari. Per chi ha fede benedite i vostri familiari e i vostri amici. Per chi non ha fede fate la stessa benedizione, pero' mentalmente. avra' lo stesso effetto. Vi consiglio queste parole. "IO TI BENEDICO NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, PER INTERCESSIONE DELLA REGINA DELLA PACE, CHE TI POSSA CONCEDERE L'AMORE DI DIO, LA PACE E LA LIBERAZIONE DI OGNI MALE. AMEN". Si racconta di un infermiere che conoscendo la benedizione materna di Medjugorje la pratico' sugli ammalati, i quali alcuni di questi ricevettero la pace e qualcuno anche la guarigione totale. Praticate questa benedizione materna con molta fede nell'onnipotenza di Dio e nell'intercessione di Maria. (di Antonio Norrito)

LES RECOMIENDO BENDECIR A TODOS VUESTROS FAMILIARES, AMIGOS Y CONCIUDADANOS CON LA BENDICIÓN ESPECIAL Y MATERNAL DE LA VIRGEN DE MEDJUGOJE COME ELLA HA DICHO EL 25 DE DICIEMBRE DE 1998: "Les doy mi especial bendición, llévenla a cada creatura para que tenga paz". (atención también los laicos pueden bencecir como admite el Bendicional católico que concede esta facultad en situaciones especiales y familiares también a los laicos,  de Antonio Norrito)

MEDJUGORJE la Virgen ha dicho que mandemos la bendición materna a todos para obtener gracias especiales. Para quien tiene fe bendigan vuestros familiares y amigos. Para quien no tiene fe que haga la misma bendición pero mentalmente, tendrá el mismo efecto. Les aconsejo estas palabras: “YO TE BENDIGO EN EL NOMBRE DEL PADRE, DEL HIJO Y DEL ESPÍTU SANTO, POR INTECESIÓN DE LA REINA DE LA PAZ, QUE TE PUEDA CONCEDER EL AMOR DE DIOS, LA PAZ Y LA LIBERACIÓN DE TODO MAL. AMÉN” Se cuenta de un enfermero que conociendo la bendición materna di Medjugorje la practicó sobre los enfermos, de los cuales algunos recibieron la paz y otros la curación total. PRACTIQUEN ESTA BENDICIÓN MATERNA CON MUCHA FE EN LA OMNIPOTENCIA DE DIOS Y EN LA INTERCESIÓN DE MARÍA.


Questa è una foto vera scattata a Medjugorje- Esta es una foto verdadera sacada en Medjugorje



ECCO IL MESSAGGIO DELLA MADONNA  RICEVUTO DA IVAN IL 22 Giugno 2012:

“Cari figli, anche oggi vi invito di nuovo: decidetevi per Gesù, decidetevi ed andate insieme a Lui nel futuro. Sono con voi, cari figli, perché mio Figlio mi ha permesso di rimanere così tanto insieme a voi, perché desidero guidarvi, istruirvi, educarvi, desidero guidare tutti voi a mio Figlio, desidero guidare tutti voi al Paradiso. Perciò anche oggi vi invito di nuovo: decidetevi per Lui, mettetelo al primo posto nella vostra vita. Cari figli, questo mondo in cui voi vivete è passeggero, perciò decidetevi: decidetevi per la pace, vivete la pace; decidetevi per la preghiera, pregate, cari figli, pregate, pregate. Grazie, cari figli, anche oggi per aver risposto alla mia chiamata.” - “Andate in pace cari figli miei”.


Mensaje extraordinario dado por la Virgen a Iván ayer, 22 de junio de 2012

“Queridos hijos, también hoy los invito de nuevo: decídanse por Jesús, decídanse y vayan junto a Él en el futuro. Yo estoy con ustedes, queridos hijos, porqué mi Hijo me permitió estar tanto tiempo con ustedes, porqué deseo guiarlos, instruirlos, educarlos, deseo guiarlos a todos ustedes a mi Hijo, deseo guiarlos a todos ustedes al Paraíso. Por lo tanto, también hoy, los invito de nuevo: decídanse por Él, pónganlo en el primer lugar en sus vidas. Queridos hijos, este mundo en el que ustedes viven es pasajero, por eso decídanse: decídanse por la paz, vivan la paz, decídanse por la oración, oren, queridos hijos, oren, oren. Gracias, queridos hijos, porque también hoy han respondido a mi llamada.”

La Madonna ci scongiura di deciderci per Gesù e di rinunciare a tutto il resto che è il male e ci rovina....

La Virgen nos lo pide encarecidamente, nos decidamos por Jesús y dejemos todo lo demás que es el mal y nos destruye....









Catechismo della Chiesa Cattolica: "1669 Essi derivano dal sacerdozio battesimale: ogni battezzato è chiamato ad essere una benedizione 327 e a benedire. 328 Per questo anche i laici possono presiedere alcune benedizioni; 329 più una benedizione riguarda la vita ecclesiale e sacramentale, più la sua presidenza è riservata al ministro ordinato (Vescovo, presbiteri o diaconi). 330"


(327) Cf Gn 12,2.
(328) Cf Lc 6,28; Rm 12,14; 1 Pt 3,9.
(329) Cf Concilio Vaticano II, Cost. Sacrosanctum Concilium, 79: AAS 56 (1964) 120; cf CIC canone 1168.
(330) Cf Benedizionale, Premesse generali, 16 e 18 (Libreria Editrice Vaticana 1992) p. 26. 14-15.



 Queste sono parole di Gesù: "benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano". (Lc 6,28)






Mi ricordo che una delle mie prime conversazioni con Marija, nel Dicembre 1989, riguardava ciò che essa chiamava la "Benedizione speciale e materna".

A quell'epoca, ingenua com'ero per quanto riguarda la cuitura croata e lo "stile" della Gospa, facevo domande completamente sfasate: - Marija, che differenza c'è fra le varie benedizioni date qui dalla Beata Vergine?

Una volta è la sua "Benedizione solenne" (15.8.85 ),
un'altra volta è la sua "Benedizione materna"(19.12.85),
oppure "Vi benedico con la benedizione di Dio"(25.6.87),
o ancora la "Benedizione della gioia' (25.7.88)
e infine questa famosa "Benedizione speciale e materna" che Lei ci chiede di portare a tutte le creature.

Puoi spiegare le differenze? -

La risposta fu totalmente deludente, con mio grande rammarico:
- Non so, la Gospa non ha detto niente in proposito. -

Se è forgiando che si diventa fabbri, è frequentando i Veggenti che si impara a vivere invece di fare domande!

Se mi si propone un frutto lo prendo, dico grazie e lo mangio. Mela, banana, arancia....
ogni frutto opera nel mio organismo, senza che io capisca esattamente come.
Sono nutrita, ecco la cosa più importante.

Con i doni di Dio è la stessa cosa, per quanto in un altro ordine.

Mi dà quello che sa essere un bene per me e io posso prenderlo o non prenderlo.
Se lo prendo, il Creatore sa come il dono darà frutto in me secondo le leggi divine. E questo basta.

Mi riposo in pace, ho fiducia. Il Giovedì Santo, Gesù non disse: "Capite e mangiate" ma "Prendete e mangiate".

A Medjugorje la Madonna ha dato una benedizione speciale e materna?
Allora io la ricevo con riconoscenza.
Mi chiede di trasmetterla a tutte le creature?
Io la trasmetto.
Non mi ha dato le istruzioni per l'uso?
Ne faccio a meno e trasmetto con il cuore.

Un giorno Marija mi ha confidato che lei stessa dava questa benedizione speciale e materna molto semplicemente, dicendo per esempio: "Ecco, ho ricevuto la benedizione speciale e materna della Gospa e te la trasmetto."

- E' ciò che la Gospa ti ha detto di dire?-
Lei ci lascia liberi. Puoi aggiungere le preghiere che vuoi, col cuore.

- Imponi le mani? -
No, la Gospa non l'ha detto.

- Puoi trasmettere a un gruppo? -
No, soltanto a una persona per volta.
Ho notato che se il nostro cuore è attento, la Madonna stessa ci indica quelli che dobbiamo benedire.

Verso gli increduli o le persone che rifiutano ogni preghiera possiamo trasmettere silenziosamente questa benedizione.
Ogni genere di grazie investe allora queste persone, pace, gioia, conversione...

Alla fine degli anni 80, nell'entusiasmo di questa nuova scoperta dei doni di Dio attraverso la Madonna, tutto andava bene.
Ma le cose migliori possono diventare aceto se l'uomo ci mette il suo peccato e si appropria di ciò che è divino per servire il proprio ego.

Non si può inscatolare il divino, non si può venderlo, non si può gestirlo secondo le nostre miserabili leggi umane.
Soprattutto in America ci sono state delle deviazioni.

Il punto è non promuovere "un apostolato della benedizione speciale e materna" con volantini, conferenze il che potrebbe condurre alla fine a cose ridicole tali come dare la benedizione attraverso segreterie telefoniche o fax.

Fortunatamente, illuminata dalla Gospa, Marija ha chiesto di rinunciare a questo.

Io stessa ho visto sbarcare indovini o guaritori che seminavano la confusione nel loro gruppo di pellegrini.
Uno di loro mi chiedeva: "Suor Emmanuel, voglio ricevere solo da lei la benedizione speciale."
Sapevo che le sue intenzioni non erano pure.
Ho rifiutato spiegando che questo dono non aveva niente a che fare con un fluido magnetico, ancor meno magico che ci si potesse passare dall' uno all'altro.
Tutto cio e tipico di Satana, che cerca di appropriarsi dei tesori di Dio, offertici dalla Madonna, e di utilizzarli per i suoi scopi perversi.

Ho dato allora la benedizione silenziosamente, per evitare la confusione.

Oggi la situazione resta delicata, perché da un lato Marija è categorica:
la Gospa ha veramente chiesto che si trasmetta la sua benedizione,

d'altra parte il nemico ha veramente seminato la zizzania nel bel campo di Medjugorje.


Per parte mia credo che noi possiamo trovare ancora nella Bibbia la spiegazione.
"Leggete la Sacra Scrittura - ci dice Maria - per poter scoprire il messaggio contenuto per voi nelle mie apparizioni".

In Ebraico, la parola Berakhah (benedizione) ha come radice la parola "ginocchio".
Ci si inginocchia davanti a Dio, ci si prosterna.
La parola derivata Berakhot significa dono, grazia, pace. I termini in greco e in latino hanno perso una gran parte di questo significato meraviglioso della benedizione.

All'uscita dal seno il bambino arriva sulle ginocchia di sua madre e là riceve i primi regali.

"Bene Dire" (latino) va bene, ma dove sono finite le ginocchia?
Dov'è finita la tenerezza della madre, del padre, che donano tutto il cuore al bambino che accarezzano e consolano sulle loro ginocchia?

Benedicendo il nome di Dio, lodandolo, si attirano sul mondo i doni, le grazie di Dio.

C'è innanzitutto la verticale della relazione Dio-uomo (Satana vuole ridurre tutto a una relazione orizzontale).

E' in Dio che la Gospa prende le benedizioni, i doni che ci dà.

"Vi benedico con la solenne benedizione che Dio qui mi concede"' dice il 15 Agosto 85.

Nella Bibbia, colui che, come Abramo, ha ricevuto una benedizione speciale è lui stesso portatore di benedizione per gli altri: "In te saranno benedetti tutti i popoli della terra", "Benedirò chi te benedirà". (Gen 12,3)

Fin dalla Creazione, Dio benedice l'uomo e gli dà il potere di benedire tutta la creazione, animali e piante, per dare loro i benefici ricevuti da Dio (Gen. 1,28).

A sua volta Noè trasmette la speciale benedizione di Dio ai suoi figli, perché costruiscano una nuova umanità, rinnovata nello Spirito (Gen. 9,1).

I Patriarchi trasmettono benedizioni irrevocabili ai loro figli, che cioè compiano ciò che profetizzano. La loro efficacia si estende alla loro discendenza, in modo reale (Gen. 48, 18) Aronne, Mosè, Davide, Salomone, i pastori del popolo trasmettono la benedizione di Dio in modo ben concreto.

Ci sono per questo cerimonie, sante assemblee, parole, gesti, liturgie.
Maria di Nazareth stessa è benedetta da Elisabetta, da Simeone al Tempio...
Nelle celebrazioni dello Shabbat, Giuseppe il Giusto benediceva suo figlio Gesù, secondo una formula che ricorda le benedizioni date nei tempi antichi a Beniamino e a Manasse.
(Il padre di Maria la benediceva secondo la formula di Rachele e Lia, riservata alle ragazze).

Tutto ciò faceva parte integrante della vita della Sacra Famiglia e di tutto il popolo ebreo, poi giudeo-cristiano.
Il padre di famiglia deve trasmettere ai figli la benedizione divina ricevuta attraverso Abramo, Isacco e Giacobbe, di generazione in generazione.

Come ci insegna la Bibbia, la benedizione è anche una grazia escatologica, perché colui che benedice chiama la venuta del Messia.

E Maria a Medjugorje non viene proprio a preparare i suoi figli alla seconda venuta di suo Figlio, così come Giovanni Battista l'ha fatto per la sua prima venuta?

La Sua scelta del 24 giugno (Festa di 5. Giovanni Battista), per la Sua prima apparizione è ricca di significato.
Per questo noi abbiamo bisogno della sua benedizione speciale e materna.

Nello spirito della Bibbia, la benedizione si arricchisce mentre si trasmette, è una progressione, è un allargamento.
Io dò e ricevo il centuplo, è la dinamica del Regno.

Colui che non benedice rischia di impoverire il dono di Dio in lui, di sprecarlo.

La Gospa ci ha chiesto di vivere e trasmettere questi messaggi, di testimoniarli. perché ha aggiunto questo fatto di trasmettere la benedizione?
Perché la testimonianza non sostituisce la benedizione, è un'altra realtà.

La Gospa chiede ai genitori di dare l'esempio, di essere portatori di pace, ma chiede loro anche di benedire i figli.

E' un'altra necessità per la crescita del bambino, perché la sola testimonianza non trasmette la Protezione come fa la benedizione.


La testimonianza non trasmette nemmeno l'Alleanza conclusa da Dio con Abramo e con Mosè sul Sinai. La testimonianza esercita una buona influenza, un'attrazione.

La benedizione esercita un'azione invisibile: Maria, per esempio, attinge a piene mani a ciò che è di Dio per darcelo, e questo trasforma in modo diretto la nostra anima al di là della consapevolezza che possiamo averne.

A ogni sua venuta, la Regina della Pace benedice i veggenti e tutti quelli che si sono riuniti in preghiera.
E per i "non veggenti" la dose non è minore!

Non sono diplomata in teologia mariana e devo a volte arrangiarmi con i mezzi di bordo, allora mi dico questo:
"Lei viene e vede l'estrema povertà della mia anima, mi ama e ha in sè tutti i più bei tesori di Dio, è mia Madre e ha molti modi di benedire... che cosa farà?
Credo che mi darà la migliore delle sue benedizioni oggi, per puro amore!
E io la prendo tutta intera senza pormi domande, perché so che sono i violenti che s'impadroniscono del Regno di Dio."


Brano tratto da una testimonianza di Medjugorje 

http://forum.virgilio.it/attualita/luce-no...e-speciale.html


Vedere anche  http://www.medjugorjeliguria.it/Danko%2025%20MAGGIO%2009.htm

La veggente Marija ci ha precisato che la benedizione dei sacerdoti è più grande, le mani del sacerdote hanno ricevuto la sacra unzione e la loro benedizione fa cadere molte grazie dal cielo.


"La benedizione non è riservata al sacerdote; anche i laici possono dare la loro benedizione, infatti nelle nostre famiglie il padre e la madre benedicevano i loro figli con le parole, con i gesti o le parole e i gesti insieme. La benedizione materna di Maria non è assolutamente fuori posto, anzi è un dono speciale che Lei ci fa ..." Commento al messaggio del 25 marzo de 2012 di Padre Livio di Radio Maria



http://www.medjugorjeliguria.it/Commento%2025.03.2012.htm




Catecismo de la Iglesia Católica: "1669 Los sacramentales proceden del sacerdocio bautismal: todo bautizado es llamado a ser una "bendición" (cf Gn 12,2) y a bendecir (cf Lc 6,28; Rm 12,14; 1 P 3,9). Por eso los laicos pueden presidir ciertas bendiciones (cf SC 79; CIC can 1168); la presidencia de una bendición se reserva al ministerio ordenado (obispos, presbíteros o diáconos, [cf. Bendicional, Prenotandos generales, 16 y 18]), en la medida en que dicha bendición afecte más a la vida eclesial y  sacramental".

Palabras de Jesús: "Bendigan a los que los maldicen, rueguen por lo que los difaman.". (Lc 6,28)



11. ¿Qué es la bendición especial y maternal? Es una bendición que recibe ese nombre -especial y maternal-; santa María la otorgó a los presentes en Medjugorje el 
25 de diciembre de 1988 y desea que se trasmita a todas las criaturas -individualmente-, con las palabras que cada uno prefiera -pueden ser interiores-. Esta bendición otorga la gracia de que el Padre celestial incrementará su presencia y permanecerá siempre junto a la persona bendecida y le ayudará especialmente a su conversión. Los devotos de Medjugorje ya la han recibido, y pueden transmitirla. 
(La bendición del sacerdote es superior).



LA BENDICIÓN ESPECIAL Y MATERNAL


          Uno de los dones que santa María ha concedido en Medjugorje es la bendición especial y maternal, que tiene unas condiciones y unos beneficios.

El beneficio principal para quien la recibe es que Dios nuestro Señor intensifica su presencia en el alma de esa persona durante toda la vida, y le ayuda especialmente a su conversión. El beneficio para quien bendice es una mayor presencia de Dios y un modo más sobrenatural y amable de ver a las personas.

          En cuanto a las condiciones, esta bendición sólo se otorga de uno en uno, no a grupos. No hay fórmula fija, sino que cada uno usa las palabras que prefiera, y basta decirlas interiormente, sin gestos externos. La bendición puede transmitirla quien la haya recibido. Las personas que tienen devoción a nuestra Señora de Medjugorje y procuran seguir sus mensajes ya han recibido esta bendición y pueden comunicarla. Puede repetirse, por ejemplo hasta lograr la conversión de alguien. Su eficacia depende en parte de la fe de quien bendice.

          La historia de esta bendición tiene varias etapas, y en algunos momentos va acompañada de hechos asombrosos. Primero comienza suavemente, apareciendo en algunos mensajes: Os bendigo con una bendición especial (5.VIII.85; también el 24.VI.86). Os doy mi especial bendición y permanezco con vosotros en vuestro camino a la conversión (III.87).
          A lo largo de 1988 casi a diario, nuestra Señora explica a los videntes el don que les otorga y les invita a extender su bendición a todas las criaturas. Luego, les va repitiendo varias veces esta bendición, que sale a menudo en los mensajes. Bendecid aun a aquellos que no creen. Podéis darles esta bendición de corazón para ayudarlos en su conversión. Bendecid a todo el que os encontréis. Os doy una gracia especial. Deseo que vosotros deis esta gracia a otros (XI.88).

          Hoy les doy una bendición especial. Llévenla a cada criatura de tal manera que cada una pueda tener paz (25.XII.1988). Hoy los bendigo de una manera especial con mi bendición maternal. (25.XII.89) ¡Yo los bendigo con mi especial bendición maternal! (25.VI.90). Igualmente, el 25.VII.90, 25.X.90, 25.VII.92, 25.II.93, etc.


http://www.ideasrapidas.org/medjugorje.htm

15 commenti:

  1. grazie sempre Mirta cara!!!!!!! ti abbraccio Lory

    RispondiElimina
  2. Mirta che belle parole ci manda a dire la Madonna!!
    La sua benedizione è grande!!
    Preghiamo!!
    Un bacione e buona giornata!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
  3. Tutto quello che tramite te arriva a noi dalla Madonna credo che sia quello della speranza di un mondo migliore.
    Un abbraccio forte e sentito cara Mirta.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Carissimo Tomaso a Madonna vuole condurci a un mondo migliore, ma perché arrivi è neccesario la coversione di onugno di noi, questa via si commincia dalla preghiera giorno dopo giorno fatta con il cuore, e non solo con le labbra

    RispondiElimina
  5. gracias por hacernos reflexionar.Besos.

    RispondiElimina
  6. Hola Mirta, linda. Gracias traernos el mensaje de la Virgen tan hermoso, oramos si, estamos orando como Ella nos pide.
    Un abrazo y feliz verano! =)

    RispondiElimina
  7. Cara,
    grazie del messaggio dato ad Ivan
    (l'ho postato anch'io ne mio blog dei ricami ^_^ ), e sopratutto grazie per avermi fatto conoscere il Potere della benedizione materna di Maria... non la conoscevo!

    Inoltre,
    vorrei scusarmi per non riuscire ad essere assidua come prima, con i commenti...
    ...ma anche se ultimamente la mia quotidianità ha subìto una decisa "viràta" verso nuovi, gratificanti ma parecchio impegnativi progetti, io ci sono e ci sarò, anche se i miei commenti si sono ridotti di parecchio!
    (E in mail sono SEMPRE disponibile!)

    Ti abbraccio, forte e con affetto!

    M@ddy

    RispondiElimina
  8. Ciao carissima Mirta, i tuoi post sono sempre eccezionali! Il tuo blog mi piace sempre più....
    Per questo l'ho segnalato a 'GliAffidabili'.
    Anche tu meriti questo premio, davvero molto più di me.
    Lo troverai qui: http://leportedellaterradimezzo.blogspot.it/
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  9. Grazie cara Mirta!
    ti saluto e ti invio un super abbraccio: io sabato parto per 15 gg di ferie. ci sentiamo al mio rientro.
    Baci baci

    RispondiElimina
  10. Sempre bello leggere i messaggi della Madonna di Medjugorie! Prima o poi spero di poterci andare!

    RispondiElimina
  11. Ciao cara Mirta. Da te c'è sempre un'atmosfera dolcissima.

    RispondiElimina
  12. sempre post meravigliosi la foto della Madonna è meravigliosa

    RispondiElimina
  13. Grazie cari amici della vostra visita, io vi mando la benedizione maternale della Regina della Pace a tutti!

    RispondiElimina
  14. Gracias por esta hermosa reflexión Mirta.
    Bendiciones y abrazos.

    RispondiElimina
  15. Ciao Mirta ! sono stata di recente a Medjugorje e vedere riportati i messaggi della Madonna sul tuo sito è una bella emozione ! Un abbraccione !

    RispondiElimina


Grazie per la visita.
Gracias por la visita.

Coroncina alla Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Colegio NSG | Coronilla a la Divina Misericordia from Colegio NSG on Vimeo.

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)