«Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Gv 8,12

«Yo soy la luz del mundo. El que me sigue no andará en tinieblas, sino que tendrá la luz de la Vida». Jn 8,12

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

domenica 28 novembre 2010

Avvento

Avvento





Il tempo di avvento è presentato, nell’esortazione apostolica sul culto mariano di Paolo VI, quale “tempo particolarmente adatto per il culto alla Madre del Signore”… “I fedeli, che vivono lo spirito dell’avvento, considerando l’ineffabile amore con cui la vergine Madre attese il Figlio, sono  invitati ad assumerla come modello e a prepararsi per andare incontro al Salvatore che viene ‘vigilanti nella preghiera, esultanti nella sua lode’”. Per questo Papa la liturgia del ciclo natalizio ha come filo rosso Maria che unisce le diverse festività: Immacolata –Natale-Madre di Dio-Epifania. In seguito i Vescovi italiani hanno consigliato di celebrare l’avvento come “mese mariano”.

Il termine latino “adventus” è preso dalla concezione pagana della “venuta- arrivo” del dio nel proprio tempio in giorni determinati di festeggiamenti. Nella liturgia cristiana ha assunto il significato di preparazione, attesa, conversione, occorre prepararsi adeguatamente per la venuta e manifestazione (Natale – Efipania) di Gesù, Sole di verità. Nei documenti della Chiesa l’Avvento ha una doppia caratteristica: è tempo di preparazione alla solennità del Natale, in cui si ricorda la prima venuta del Figlio di Dio fra gli uomini, e contemporaneamente è il tempo in cui, attraverso tale ricordo, lo spirito è guidato all’attesa della seconda venuta del Cristo alla fine dei tempi.

La sfida oggi sta nel riuscire a convincere, specialmente i giovani, sulla necessità di tempi d’attesa per “crescere in età, sapienza e grazia”.


L’Avvento, vissuto nel frequente ascolto della Parola di Dio (per esempio in questo blog nella colonna di destra c’è  la liturgia del giorno, possiamo leggere il vangelo del giorno tutti i giorni li) e nell’assidua preghiera e carità, quale autentico “mese mariano”, non è attesa vana, ma diventa davvero un tempo fruttuoso per il singolo fedele e per l’umanità sino alla fine dei tempi.

Preso di RIFLESSIONI SULL'AVVENTO DI MONS. LORUSSO VENTURO
http://diocesidialtamura.it/index.php?option=com_content&task=view&id=837




Benedetto XVI inizia l’Avvento pregando per la vita nascente

Benedetto XVI inizia l’Avvento, il tempo liturgico di preparazione al Natale, pregando per la vita nascente e chiede ai protagonisti della politica, dell’economia e della comunicazione di «fare quanto è nelle loro possibilità, per promuovere una cultura sempre rispettosa della vita umana». Il Papa ha spiegato che la persona è tale fin dal concepimento: l'embrione non è «un cumulo di materiale biologico, ma un nuovo essere vivente».
Benedetto XVI ha spiegato che oggi la vita nascente è «la più fragile, la più minacciata dall’egoismo degli adulti e dall’oscuramento delle coscienze». «Ci sono tendenze culturali - ha aggiunto - che cercano di anestetizzare le coscienze con motivazioni pretestuose. Riguardo all’embrione nel grembo materno, la scienza stessa - ha spiegato Benedetto XVI - ne mette in evidenza l’autonomia capace d’interazione con la madre, il coordinamento dei processi biologici, la continuità dello sviluppo, la crescente complessità dell’organismo. Non si tratta di un cumulo di materiale biologico, ma di un nuovo essere vivente, dinamico e meravigliosamente ordinato, un nuovo individuo della specie umana». E dunque «non c’è alcuna ragione per non considerarlo persona fin dal concepimento».
L’essere umano, ha detto ancora il Papa, «ha il diritto di non essere trattato come un oggetto». Su questa linea «si colloca la sollecitudine della Chiesa per la vita nascente. La Chiesa continuamente ribadisce quanto ha dichiarato il Concilio Vaticano II contro l’aborto e ogni violazione della vita nascente: “La vita, una volta concepita, deve essere protetta con la massima cura”».
Certo, Benedetto XVI non si nasconde che «purtroppo, anche dopo la nascita, la vita dei bambini continua ad essere esposta all’abbandono, alla fame, alla miseria, alla malattia, agli abusi, alla violenza, allo sfruttamento». Davanti a questo «triste panorama delle ingiustizie commesse contro la vita dell’uomo, prima e dopo la nascita»







Preghiere

Per la preghiera qua trovate coroncine a Gesú Bambino che si possono scaricare in formato pdf per stampare

- Coroncina a Gesú Bambino: Questa coroncina fu rivelata alla Venerabile Margherita del Santissimo Sacramento, le apparve il bambin Gesú e disse “accorderò grazie specialissime d’innocenza e purezza”

- Novena a Gesú Bambino di Praga:

- Corona devotissima a Gesú bambino:

- Triduo a Gesú Bambino

3 commenti:

  1. il nome del tuo blog dice tante cose cara Mirta! spero proprio che il bambino Gesù faccia la trasformazioni dei nostri cuori e che ci faccia vedere la retta via... Grazie delle tue belle parole cara amica.
    Un abbraccio forte forte,
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Un post veramente ricco di notizie per ogni tipo di percorso da intraprendere... grazie per queste informazioni che sono l'espressione del cuore!!!
    Ciao cara Mirta è sempre un piacere incontrarti... se a te aggrada puoi prelevare dallo Scrigno dei Tesori il cagnolino e anche i successivi premi che saranno donati a tutti i lettori... ma ora ti lascio un abbraccio grande ed un bacione per augurarti un felice inizio settimana!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post pieno d'amore.. mi associo a Tommaso

    RispondiElimina


Grazie per la visita.
Gracias por la visita.

Coroncina alla Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Colegio NSG | Coronilla a la Divina Misericordia from Colegio NSG on Vimeo.

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)