«Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Gv 8,12

«Yo soy la luz del mundo. El que me sigue no andará en tinieblas, sino que tendrá la luz de la Vida». Jn 8,12

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

venerdì 4 febbraio 2011

La frase della settimana- La frase de la semana (17)

Care amiche e cari amici:
Queridas amigas y queridos amigos.




Benvenuti all’appuntamento della frase della settimana. Oggi vi presento questa espressione :

Bienvenidos a nuestra cita de la frase de la semana. Hoy les presento esta oración:

“Dai poco quando doni ciò che hai; quando doni te stesso, solo allora dai veramente”. (Kahlil Gibran)

"Das sólo un poco cuando das tus pertenencias. Cuando realmente das, es cuando te das a ti mismo”.

(Kahlil Gibran )


Questo è un pensiero profondo, quando diamo agli altri beni materiali è un opera buona, ma è molto di più donare noi stessi, ciò che è nel nostro cuore, buoni sentimenti, la nostra fiducia, amicizia, amore, la nostra compagnia, la nostra comprensione, rinunciare alla nostra comodità per fare un favore, offrire ciò che è realmente buono per l’altro senza pensare alla nostra convenienza. Che ne dite voi? Cosa significa donare te stesso?

Este es un pensamiento profundo, cuando damos a los demás bienes materiales es sin duda una obra buena, pero es mucho más donarnos a nosotros mismos, es decir, ofreciendo nuestro corazón, buenos sentimientos, nuestra confianza, amistad, amor, nuestra compañía, nuestra comprensión, renunciar a nuestra comodidad para hacer un favor, ofrecer lo que es realmente bueno para el otro sin pensar a nuestra conveniencia. ¿Qué les parece a ustedes? ¿Qué significa dar a ti mismo?


18 commenti:

  1. HOLA MIRTA: AQUI DE NUEVO JUNTO A USTEDES, MIRANDO PASO A PASO TODO LO QUE VUESTRO CORAZON TRASMITE EN ESTE HERMOSO MUNDO BLOGGUERO.-
    MUY ATENTA POR TUS COMENTARIOS EN MI AUSENCIA, MUY HALAGADORES.-
    PUES CON RERSPECTO A LA FRASE DEL DIA, PARA MI ES PRIMERO QUERERSE A SI MISMO, PARA PODER DAR A NUESTROS SEMEJANTES TODO EL AMOR QUE FUER NECESARIO.-
    UN BESO GRANDE

    RispondiElimina
  2. Sono assolutamente d'accordo con te quando dici che bisogna dare senza pensare al proprio tornaconto... bellissima frase!!
    Huggoni!!

    RispondiElimina
  3. Mirta, el amor cuando es de verdad, no espera recibir nada a cambio, solo sabe amar y darse. Lo unico que desea es hacer feliz, muchas veces a cambio sufrimiento. Besos.

    RispondiElimina
  4. Ciao Mirta, buona domenica, è rilassante passare dal tuo blog che è pieno di amore :) un abbraccio Rita

    RispondiElimina
  5. Gracias Mirta lo mismo te deseo feliz fin de semana querida niña. Besos

    RispondiElimina
  6. Le domande sono tangenti, la risposta che non ci sono limiti quando si ama il prossimo...
    Buona domenica cara Mirta.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Buenos días Mirta, disculpa mi ausencia todos estos dias, no es por falta de deseo sino de circunstancias improvistas, pero ya me tienes aquí aún que corriendo.
    Hoy viernes ya puedes pasa a buscar el premio regalo de los 500 seguidores de Estoy a tu lado.
    Con ternura
    Sor.Cecilia

    RispondiElimina
  8. Hola Mirta también vengo a decirte que tienes un premio en mi blog, eres el n.10 (esta por orden alfabético) de los blogs con los quería compartir esa copa.

    Feliz fin de semana.

    RispondiElimina
  9. Gibran è di una saggezza insuperabile!
    Donare se stessi è una cosa assolutamente molto meno semplice di quanto si pensi, perchè per aiutare il nostro prossimo col suo dolore da lenire o col suo problema da risolvere bisogna fare il vuoto dentro sè per far posto appunto all'altro....o almeno io la penso così: donare se stessi può voler dire in un certo senso annullarsi per "farsi uno" con l'altro, anche per condividere magari una bella gioia!
    Maris

    RispondiElimina
  10. Donare se stessi vuol dire uscire da sé per immedesimarsi nei bisogni e nei desideri dell'altro. Ma non c'è gioia più grande che accorgersi d'avere dato qualcosa di sé che ha portato gioia ad un altro.

    RispondiElimina
  11. Questa è molto difficile!! Donare se stessi, almeno per me, è quasi impossibile...riesco solo con poche persone...donare oggetti è molto più facile! :)
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Ciao Mirta, credo che donarsi agli altri sia la cosa migliore che possiamo fare non solo per la persona che riceve questo dono ma, anche per noi stessi,perchè il nostro spirito incontra la gioia!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  13. Uno dei miei autori preferiti... concordo in pieno il pensiero... e la sua saggezza... però alcune volte mi chiedo... il donare ci rende immensa gioia... ci fa star bene con l nostro spirito... ma è poi accettato dagli altri???
    Più delle volte le persone non riescono a percepire o capire ciò che il nostro cuore elargisce!!!
    Ciao Mirta buon proseguimento di giornata... un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. Carissime amiche e caro Tommaso che apporti di valore che avete fatto, avete detto che dare sé stesso significa sacrificarsi, fare il vuoto dentro se stesso per fare posto all'altro per aiutarlo con il suo problema, annullarsi per farsi uno con l'altro. Mi sembra questo molto vero, significa rinunciare a noi per poter incontrarci con l'altro, scordarsi di se stesso per poter accogliere l'altro. Avete anche aggiunto che significa immedesimarsi nei bisogni e desideri degli altri, in altre parole silenziarci noi stessi per ascoltare l’altro...
    Avete anche affermato che mettere in pratica questo ci da una gioia incredibile, è la gioia di vivere davvero... io direi la luce nel cuore, un senso alla nostra vita, il sale della vita.
    È vero che le persone a cuoi ci doniamo devono anche accettarlo, e ciò può non accadere, ma se almeno ci proviamo ad avvicinarci e già un passo importante.
    E come voi stessi rilevate non è per niente facile farlo, ma se lo vogliamo dobbiamo al meno cercare di aprirci delle nostre chiusure, perché si guadagna molto in pace e ci fa stare bene nello spirito.
    Grazie delle vostre riflessioni, io sto pensandoci e provandoci... spero di riuscirne.

    RispondiElimina
  15. Queridas amigas y querido Tommaso que aportes valiosos han hecho, han dicho que darse uno mismo significa sacrificarse, provocar un vacío dentro de nosotros para hacer lugar al otro para ayudarlo con su problema, anulándose para hacerse uno con el otro. Me parece que esto es muy cierto, significa renunciar a nosotros para poder encontrarnos con el otro, olvidarse se sí mismo para poder acoger al otro. Han agregado que significa fundirse con el otro en sus necesidades y deseos, es decir silenciarse a nosotros mismo para escuchar el otro.
    También han afirmado que poner en practica esto nos da un gozo increíble, es la alegría de vivir en serio… yo diría la luz en el corazón, un sentido a nuestra vida, la sal de la vida.
    Es verdad que las personas a las a las cuales nos damos deben aceptarlo, y eso puede no ocurrir, pero si al menos intentamos a acercarnos es ya un paso importante.
    Y por último como ustedes mismos recalcan, no es nada fácil hacerlo, pero si lo queremos debemos por lo menos probar abrirnos de nuestros aislamientos, porque se gana mucho en paz y nos hace estar bien en el alma.
    Gracias por sus reflexiones, yo estoy pensando y probando… espero lograrlo.

    RispondiElimina
  16. ✿Hola!!
    ✿pasaba a desearte
    ✿un felíz Domingo!!
    ✿c@

    RispondiElimina
  17. Hay cosas que se valoran mas que lo puramente material. Debemos compartir el pan con los demás pero es igual de importante una palabra de apoyo, un abrazo a tiempo y estar al lado de alguien que pasa un mal momento o se siente solo.
    Gracias Mirta por estas frases que nos hacen reflexionar. Un abrazo y que tengas una linda semana.

    RispondiElimina


Grazie per la visita.
Gracias por la visita.

Coroncina alla Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Colegio NSG | Coronilla a la Divina Misericordia from Colegio NSG on Vimeo.

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)